Sono arrivati i Workshop sulla creatività!

La lettura non permette di camminare, ma permette di respirare

Conc. Lett. Naz. IL TEMPO ANCORA SOSPESO – DECAMERON AI GIORNI NOSTRI – per racconti e novelle

La Temperino rosso edizioni indice per questo scorcio di fine anno 2020 il concorso letterario dal titolo Il tempo ancora sospeso – Il Decameron ai giorni nostri.

Questo è riservato ad opere inedite riguardanti: racconti brevi e novelle.

I candidati potranno partecipare con un solo racconto o novella.

La lunghezza minima è di 2 cartelle, quella massima di 10 (ogni cartella si compone da 1800 battute spazi inclusi).

A discrezione della giuria i racconti selezionati confluiranno in un volume antologico dal titolo: Il tempo ancora sospeso  e dal sottotitolo: Decameron ai giorni nostri, curato ed edito dalla Temperino Rosso Edizioni e distribuito nella maggior parte delle librerie italiane, sia fisiche che on line. Questo libro sarà il seguito ideale del primo realizzato tramite il concorso precedente e che ha portato alla realizzazione del libro attualmente pubblicato dalla Casa editrice che indice il concorso dal titolo il Tempo sospeso – Decameron 2020, che nasceva sulle suggestioni letterarie scaturite ai tempi della cosiddetta “prima ondata”, quando tutti speravamo fosse l’unica. Ma i fatti hanno contraddetto le speranze, e il tempo che là era semplicemente sospeso, ora in questo volume sarà ancora sospeso. Pertanto con questo “ancora” anche nuovi e inediti stimoli letterari ci sembra debbano essere offerti ai nostri lettori.

Non c’è alcuna quota d’iscrizione per partecipare al concorso, che è accessibile a tutti a partire dai 16 anni.  Solo alle Autrici e agli Autori selezionati sarà richiesto per contribuire alla diffusione dell’opera l’impegno a prenotare 5 volumi dell’antologia. Il prezzo di copertina del libro non potrà essere superiore ai 20€. Le opere dovranno pervenire in un unico esemplare entro il termine massimo del 23 dicembre 2020.

Gli scritti dovranno essere inviati in un unico file allegato a segreteria@temperino-rosso-edizioni.com preferibilmente in formato Word accompagnati, in previsione della possibile selezione, dalla liberatoria per la pubblicazione e l’impegno alla prenotazione compilata in tutte le sue parti, l’assenza di questo documento potrà pregiudicare la partecipazione al concorso.  I manoscritti ricevuti non saranno restituiti.

Dei giurati scelti discrezionalmente dalla Casa editrice valuteranno insindacabilmente tutte le opere ricevute e assegneranno le loro preferenze.

SUL TEMA DEL CONCORSO

Il Decameron fu scritto da Giovanni Boccaccio  nel quadro della peste nera del Trecento:

E se così è (che essere manifestamente si vede) che faccian noi qui? che attendiamo? che sognamo? perché più pigre e lente alla nostra salute, che tutto il rimanente de’ cittadini, siamo? reputianci noi men care che tutte l’altre? o crediam la nostra vita con più forti catene esser legata al nostro corpo che quella degli altri sia, e così di niuna cosa curar dobbiamo, la quale abbia forza d’offenderla? Noi erriamo, noi siamo ingannate; che bestialità è la nostra se così crediamo; quante volte noi ci vorrem ricordare chenti e quali sieno stati i giovani e le donne vinte da questa crudel pestilenza, noi ne vedremo apertissimo argomento. E perciò, acciò che noi per ischifaltà o per traccuttaggine non cadessimo in quello, di che noi per avventura per alcuna maniera, volendo, potremmo scampare (non so se a voi quello se ne parrà che a me ne parrebbe), io giudicherei ottimamente fatto che noi, sì come noi siamo, sì come molti innanzi a noi hanno fatto e fanno, di questa terra uscissimo; e, fuggendo come la morte i disonesti essempli degli altri, onestamente a’ nostri luoghi in contado, de’ quali a ciascuna di noi è gran copia, ce ne andassimo a stare; e quivi quella festa, quella allegrezza, quello piacere che noi potessimo, senza trapassare in alcuno atto il segno della ragione, prendessimo.

Oggigiorno un altro evento epocale sì è riprodotto, oggi come allora il tempo appare inesorabilmente sospeso tra l’anelito della gioia e il terrore della sofferenza. 

Il 07 gennaio 2021 si comunicherà a tutti i partecipanti i titoli delle opere e il nome degli autori selezionati per la pubblicazione.

SCHEDA DI ADESIONE da compilare e unire agli scritti: DOWNLOAD qui sotto.

Chi ha difficoltà con la stampa può copiare a mano LA SCHEDA (in stampatello o comunque chiaramente leggibile) firmarla, fare una foto col cellulare in buona definizione e inviare quella.

  • 34
  •  
  •  

Commenta per primo!

Non ci sono ancora domande.

Domande su questo bando?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *