La lettura non permette di camminare, ma permette di respirare

concorso letterario artistico nazionale TangoE seconda edizione 2018

Concorso letterario artistico nazionale TangoE

Seconda edizione 2018

Scadenza iscrizione

30 settembre 2018

Organizzato da

Associazione OttoArti

Sede legale

corso Dante 90, 10126 Torino

E-mail tangoe@associazioneottoarti.it

pagina Facebook TangoE

telefono +39 330560997

Internet http://www.associazioneottoarti.it

Indirizzo spedizione elaborati

Associazione OttoArti ( c/o studio mattio sasso )

corso Dante 90 10126 Torino

Copie

Tre copie (per le sezioni letterarie), una copia per le sezioni pittura e fotografia (formato A4 oppure

20×30) di cui una sola con nome, cognome, indirizzo, telefono, e-mail, nome del concorso, sigillata

in busta anonima; file di Word editor inviato da posta anonima all’indirizzo e-mail

dell’Associazione nei due formati doc, (oppure docx, odf) ed anche in pdf. – file jpeg (risoluzione

400) se immagini.

Farà comunque fede la copia cartacea inviata.

Opere ammesse

Elaborati in lingua italiana, riproduzione di disegni, dipinti, fotografie, bianconero e colori.

Possono partecipare autori di qualsiasi nazionalità.

Bando completo sul sito www.associazioneottoarti.it Bando TangoE 2018.

Il tema

Il tango è considerato una forma artistica tra le più fortunate della storia, scaturita dall’insieme

umano, etnico e culturale di danza, musica e poesia, senza confini netti o come vera e propria

sintesi. La cultura del tango coinvolge – oltre la musica – lingua, letteratura, poesia, pittura,

fotografia. (…) Il tango può essere anche inteso un ampio fenomeno culturale, che da un certo

punto in poi pare accompagnare un popolo nel dramma dell’immigrazione. In questo senso il tango

è rinascita. (da “ Costruire decostruire. Tango senza confini “ a cura di Laura Sasso. 2004 Abrazos

Book).

Il tango nasce dall’incontro di culture diverse, a Buenos Aires verso la fine dell’Ottocento in un

momento storico di grandi migrazioni e importanti cambiamenti sociali. E’ narrativo ed iconico per

l”infinità di storie individuali e collettive , ed anche anche per la narrazione intima fra i due

ballerini durante l’esecuzione del ballo.

Il tango è per sua natura meticcio, ha accolto nel suo abbraccio generazioni di immigrati spaesati e

soli, donne e uomini in cerca di un’esistenza migliore. Il tango ha raccontato le loro storie e

continuerà a raccontarle.

Le arti si fondono dunque tra loro per raccontarlo: il colore, nell’accezione ampia, e comprensiva di

nero e bianco, è ulteriore possibilità di racconto ed evocazione.

Sezione A

Poesia.

Poesie ammesse tre.

Sezione B

Racconto.

Racconti ammessi uno di non oltre 18000 battute spazi compresi, ovvero 10 cartelle di 1800 battute.

Sezione C

Pittura.

Opere ammesse tre, eseguite con ogni tipo di tecnica e tecnologia.

Di ognuna di esse si richiede titolo, dimensioni originali, tecnica.

Solo in fase di premiazione sarà richiesto l’originale.

Sezione D

Fotografia.

Opere ammesse tre. Colore e bianconero.

Di ognuna di esse si richiede il titolo.

Premi

Pubblicazione gratuita delle opere premiate o degne di menzione.

Pubblicazioni dell’elenco di tutti i partecipanti.

Premiazione

novembre 2018 a Torino, durante un evento.

Premi e notizie sui risultati

Ai vincitori sarà comunicato l’esito e inviata e-mail con attestato di partecipazione.

Ogni concorrente è tenuto ad informasi in merito a luoghi, date di premiazione ed eventuali

variazioni, facendo riferimento al sito web dell’Associazione OttoArti e alla pagina Facebook

TangoE.

Giuria

La giuria, il cui giudizio è insindacabile, è composta da esperti nelle arti coinvolte, nonché esperti

di tango.

Note importanti

Non saranno accettate opere presentate nella prima edizione.

Non saranno considerate opere che contengano elementi discriminanti, pornografici, violenti.

Gli autori, per il fatto stesso di partecipare al concorso cedono il diritto di pubblicazione dell’opera

alla casa editrice, sul sito internet dell’Associazione, senza aver nulla a pretendere come diritto

d’autore. I diritti rimangono comunque di proprietà dei singoli Autori.

I concorrenti devono allegare agli elaborati la dichiarazione che l’opera è frutto del proprio ingegno

e autorizzazione al trattamento dei dati personali. E sufficiente scrivere in calce al foglio: “ Dichiaro

che l’opera presentata è opera del mio ingegno” e “ Il/La sottoscritto/a, acquisite le informazioni dal

titolare del trattamento ai sensi dell’articolo 13 del D. L. n.196/2003, presta il suo consenso al

trattamento da parte dell’Associazione OttoArti dei dati ai fini inerenti il concorso cui partecipo”

firmando in modo leggibile.

Informativa

in relazione agli art. 13 e 23 del D. L. n. 196/2003 recanti disposizioni a tutela delle persone ed altri

soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, si informa che i dati anagrafici personali ed

identificativi saranno inseriti nell’archivio dell’Associazione OttoArti ed utilizzati esclusivamente ai

fini inerenti gli scopi istituzionali e i fini del concorso in oggetto. I dati dei partecipanti non

verranno comunicati o diffusi a terzi. L’interessato potrà esercitare tutti i diritti di cui all’art.7 del D.

L.196/2003 e potrà richiederne gratuitamente la cancellazione scrivendo all’Associazione OttoArti.

Patrocini

Regione Piemonte

Città Metropolitana di Torino

Città di Torino