La lettura non permette di camminare, ma permette di respirare

Mille e Una STORIA

2018: l’anno della NONA edizione con un Tema… Chiave

LA TUA CHIAVE DI… SCRITTURA

Dopo il successo dell’ottava edizione, torna anche nel 2018 il Premio Letterario Mille e… Una STORIA. Un appuntamento aperto a tutti: sia a chi vi partecipa fin dalla prima edizione (lontana ormai nove anni), sia a chi vorrà mettersi in gioco per la prima volta. Di seguito il tema e il regolamento di quest’anno. In attesa di ritrovarci alla Cerimonia di Premiazione, che questa volta si terrà nella suggestiva cornice del Teatro Sociale, adatta ad accogliere il sempre crescente numero di partecipanti.

Una CHIAVE consente di custodire, proteggere, oppure accedere o uscire; che sia di un oggetto, una porta o un pensiero, in quella determinata occasione o circostanza, è indispensabile. Ciascuno di noi possiede (senza rendersene conto) una personale “chiave” per “aprire” (oppure “chiudere”) la propria mente o il proprio cuore rispetto agli innumerevoli avvenimenti (belli e brutti) che costellano la vita. La “chiave”, quindi, non è semplicemente un oggetto fisico con cui si aprono e si chiudono le porte di qualunque natura: è anche una metafora della nostra esistenza, delle nostre emozioni, dei nostri sogni, delle nostre paure.

Il racconto deve rappresentare quella particolare circostanza

Quale sia la chiave lo decidi tu (alcuni esempi):

La chiave di un carillon, per ascoltare il suono di un lontano ricordo.
La chiave che apre, ma anche la chiave che chiude: una porta, un armadio, un progetto, un sogno, una vecchia scatola o un’auto.
La chiave di un diario, che custodisce una storia.
La chiave di lettura, per leggere correttamente il pensiero di qualcun altro.
La chiave USB, che custodisce qualcosa di importante.

Qualsiasi chiave è valida, purché sia la tua chiave di… scrittura!

Alla GMC Editore abbiamo cercato di stimolare la fantasia dei lettori e delle lettrici. L’obiettivo è quello di dare libero sfogo alla vena narrativa dei partecipanti: giovani e meno giovani”. Quest’anno “Mille e… Una STORIA” incrementa la sua diffusione nazionale grazie anche alla collaborazione dell’Associazione culturale TraccePerLaMeta la cui Presidente, Anna Maria Folchini Stabile, fa parte della Giuria. Un prezioso contributo per la grande competenza in merito. Altra new entry di prestigio è quella di Davide Cionfrini, responsabile dell’Area Comunicazione dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese. Come per le edizioni precedenti, anche per la NONA vi è un forte legame con il Territorio. Alla folta schiera di imprenditori che sin dall’inizio hanno sostenuto, attraverso le loro sponsorizzazioni, il Premio Letterario se ne sono aggiunti numerosi altri che hanno colto in pieno lo spirito dell’iniziativa e hanno deciso di appoggiarla riconoscendone l’alto valore culturale e sociale. Quest’anno, inoltre, oltre ai premi destinati alla categoria LETTORI, alla categoria STUDENTI e alla categoria PICCOLI AUTORI (per un valore complessivo di oltre 5.000 euro) si conferma il Premio Speciale voluto dalla Cibitex di Solbiate Olona in memoria dei suoi fondatori Elide e Giovanni Cortiana.

Siamo orgogliosi di aver dato vita ad un progetto culturale che è cresciuto anno dopo anno e che è diventato un autentico punto di riferimento per ciò che riguarda le iniziative ad alto impatto sociale aventi al centro i giovani e le loro aspettative. Abbiamo sempre creduto nei giovani e siamo convinti che offrendo loro le giuste opportunità di crescita si possa concretamente contribuire alla crescita dell’intero sistema Paese. Il nostro Premio Letterario è un autentico investimento sul futuro e per il futuro!

Le novità che caratterizzeranno “Mille e… Una STORIA” 2018 (a partire dalla nuova location: il Teatro SOCIALE “Delia Cajelli” di Busto Arsizio) renderanno la NONA edizione una delle più emozionanti in campo culturale.

— —— — —- — —— — — —— — —- — —— — — 

REGOLAMENTO 2018 – Edizione n. 9

 

1 – racconti dovranno essere scritti in lingua italiana e rigorosamente in prosa, ogni altra forma di scrittura (poesia, ballata o altro) verrà automaticamente scartata.

Il racconto dovrà essere inedito, non premiato o segnalato ad altri concorsi e tale dovrà rimanere fino alla premiazione.

2 – Il Premio si divide in 3 categorie:

PICCOLI AUTORI rivolto ai giovanissimi e agli Alunni delle Scuole secondarie di primo grado, fino ai 13 anni di età.STUDENTI degli Istituti Medi SuperioriLETTORI fino a 99 anni

Chiunque decidesse di partecipare può farlo solo in una delle tre categorie.

3 – La partecipazione è GRATUITA.

I partecipanti possono concorrere solo con 1 RACCONTO.

 

4 – La lunghezza del racconto NON DEVE superare le 4.000 battute (in tale conteggio vengono inclusi punteggiatura e spazi tra le parole) e dovrà essere corredato da un titolo.

Al termine del racconto, l’autore dovrà indicare (senza che questo rientri nel conteggio delle battute) Il proprio Nome, Cognome, Città e Prov. di residenza, e-mail e numeri di telefono di rete fissa e cellulare (di un genitore per i minorenni fino ai 13 anni di età).

Gli Studenti e i Piccoli Autori dovranno indicare anche il nome dell’Istituto al quale appartengono e la classe frequentata. Tali dati verranno utilizzati dalla GMC editore all’unico scopo di tenere informati i partecipanti in merito alle iniziative legate al Premio Letterario, quali:

comunicazioni della Giuria, iniziative collegate al Premio, valore dei premi, giorno e luogo della cerimonia di premiazione, ecc.

5 – Il racconto battuto in “Word” o programma equivalente, dovrà pervenire alla Redazione del giornale l’[email protected] al seguente indirizzo e-mail:

[email protected]

oppure dovrà essere consegnato su supporto digitale (CD, penna USB) presso la Redazione in Via Bellingera 4 a Busto Arsizio entro e non oltre il 31 MAGGIO 2018.

Gli Studenti e i Piccoli Autori di Busto Arsizio e Valle Olona dovranno consegnare i lavori ai docenti incaricati del loro Istituto, tutti gli altri li potranno inviare direttamente all’indirizzo e-mail indicato.

6 – I contenuti del racconto dovranno avere quale unico limite la… fantasia dell’autore senza ovviamente essere lesivi nei confronti di alcuno.

7 – Saranno scartate le opere che non corrisponderanno a quanto richiesto nei precedenti punti.

8 – Ai sensi dell’art. 11 Legge 675/96 i partecipanti autorizzano l’organizzazione al trattamento dei loro dati anagrafici e biografici nell’ambito del Premio.

9 – Qualora l’organizzazione venisse a conoscenza, anche dopo le premiazioni, che (in violazione dell’art. 1) i racconti finalisti o premiati avevano già avuto riconoscimenti ad altri concorsi, erano già editi o pubblicati su riviste, antologie ecc., il partecipante dovrà restituire il Premio ricevuto e tale revoca sarà divulgata attraverso la stampa.

10 – Fatte salve le condizioni di cui ai punti precedenti, i racconti selezionati dalla Direzione del giornale l’[email protected] potranno essere raccolti e pubblicati in un libro, senza che ciò determini obblighi di alcun genere verso gli autori.

11 – Una Giuria stilerà la classifica dei lavori migliori (1° – 2° e 3° Premio) sia per la categoria Lettori, sia per la categoria Studenti e Piccoli Autori.

I racconti che risulteranno vincitori nella categoria Lettori e Studenti riceveranno, in occasione della cerimonia di premiazione, unriconoscimento in denaro.

1° Premio: euro 1.000

2° Premio: euro 500

3° Premio: euro 250

Per la categoria Piccoli Autori i premi assegnati saranno sempre articoli di pregio e di contenuto didattico.

Anche quest’anno sarà assegnato un ulteriore Premio Speciale, del valore di 1.000 euro, messo in palio dalla Cibitex di Solbiate Olona, in memoria dei fondatori “Elide e Giovanni Cortiana”.

Il valore dei Premi potrà variare ed essere anche maggiore di quelli indicati e a questi se ne potranno aggiungere altri, dei quali verrà data notizia attraverso e-mail, newsletter e articoli pubblicati sulle pagine del nostro giornale online (www.informazioneonline.it), nella rubrica Premio Letterario.

12 – La partecipazione al Premio Letterario “Mille e… Una STORIA” costituisce implicita accettazione di tutte le norme del regolamento. Per quanto non previsto dal presente bando valgono le deliberazioni della Giuria.