La lettura non permette di camminare, ma permette di respirare

Primo premio letterario "Paninabella"

Premio Letterario Nazionale
PANINABELLA
alla memoria di Antonella Diacono
I Edizione

Scadenza 30 GIUGNO 2020

BANDO

1)      L’Associazione Anto Paninabella OdV, in partnership con la Fondazione Vincenzo Casillo e con il supporto organizzativo-logistico della WIP edizioni, organizza la I Edizione del Premio Letterario Nazionale Paninabella – C’è sempre una chiave, dedicato alla memoria di Antonella Diacono, giovane barese prematuramente scomparsa che amava affidare alla parola scritta le sue emozioni, i suoi sogni, le sue fragilità.

2)      Al Premio possono partecipare scrittori o aspiranti scrittori italiani e stranieri che alla data di scadenza del Bando abbiano compiuto il 16° anno di età, con racconti in lingua italiana o in lingua straniera, se accompagnati da traduzione in lingua italiana.

3)      Si partecipa con un solo racconto inedito, che dovrà riportare come incipit, o incorporare all’interno del testo, una o più delle seguenti frasi tratte dagli scritti di Antonella (http://www.paninabella.org/iosonocomeilmare/):

–          Sono un panino. E non so neanche perché.

–          Ciò che gli altri pensano di noi si attacca come una seconda pelle.

–          Io sono come il mare.

–          Ogni giorno sorridi, fai la buona e carina come scritto nel copione, ma è sempre, sempre più difficile.

–          Vedo ogni giorno i protagonisti delle proprie vite ballare sgraziati con sorrisi dipinti sul volto, e risate di carta risuonano fragili nell’aria.

–          Non ho mai potuto godermi appieno la vita. Non credo che questo si possa fare da soli. Non ho mai detto: “Segua quel Taxi!”.

–          Non posso continuare a fingere di essere tranquilla e serena quando in realtà non è così.

–          Avrei voluto vedere Londra e scrivere un libro prima di morire. A beh. Mi accontenterò.

–          Se tutti ti dicono fin da piccola che sei un mostro finisci con il diventarlo.

–          Mi rifugio ancora in storie con un lieto fine illudendomi che un giorno anche io avrò la mia felicità.

–          Vivo ogni giorno come se fosse l’ultimo cercando di dimenticare il futuro come fosse una cosa lontana e irraggiungibile.

Il tema del concorso è “C’è sempre una chiave”: a partire dalle frasi di Antonella gli autori sono chiamati a mostrare come esista sempre una via di uscita, come anche nei momenti più neri, e di fronte allo sconforto più assoluto, si può trovare qualcosa a cui aggrapparsi, un motivo per vivere.
Nota bene: I racconti dovranno essere calibrati per essere letti anche da ragazzi della fascia di età 11-14 anni.

4)      Gli inediti avranno la lunghezza massima di 6000 battute, spazi inclusi, interlinea singola, carattere Palatino Linotype, corpo 12 (corpo 14 per il titolo e i titoli degli eventuali capitoli/paragrafi). Le frasi di Antonella, usate come incipit o incorporate nel testo, non rientrano nel calcolo delle battute.

I testi vanno inviati in formato word e pdf all’indirizzo

cesempreunachiave@paninabella.org

accompagnati dalla scansione dell’allegato A debitamente compilato e firmato.

Della corretta ricezione verrà data conferma esplicita.

5)                 A seconda della quantità e qualità del materiale inedito ricevuto, gli organizzatori si impegnano a valorizzare le opere in tutte le forme possibili, fermo restando che la proprietà e i diritti delle stesse rimarranno interamente degli autori.

Gli autori, all’atto dell’iscrizione, autorizzano la diffusione ed eventuale pubblicazione delle opere presentate, nei limiti delle iniziative correlate al Premio, e rinunciano solo in tale eventualità ai diritti d’autore e a qualsiasi riconoscimento di tipo economico.

6)                 Gli autori dovranno far pervenire le proprie opere esclusivamente attraverso posta elettronica ordinaria (NO PEC), all’indirizzo riportato al punto quattro entro il 30 Giugno 2020

 

7)                 È prevista l’esclusione dalla partecipazione nel caso in cui l’Organizzazione accerti che siano state rese dichiarazioni mendaci in relazione ai dati anagrafici forniti e/o in relazione alla natura inedita dell’opera presentata.

8)                 La Giuria selezionerà 10 racconti, che faranno parte di un’antologia, pubblicata a spese dell’organizzazione, per i tipi della WIP Edizioni, i cui proventi di vendita saranno donati all’associazione Anto Paninabella OdV. A ciascuno degli autori vincitori verranno assegnate 5 copie della pubblicazione.  L’antologia realizzata sarà uno strumento di riflessione per ragazzi e nelle intenzioni dei promotori potrà essere usata nelle scuole secondarie di primo grado.

9)                 Il racconto che la giuria riterrà più idoneo allo scopo sarà oggetto di una trasposizione teatrale, a cura della organizzazione.

10)             I vincitori saranno preavvisati attraverso e-mail e/o telefonicamente. Tutti i partecipanti al Concorso potranno prendere visione della graduatoria definitiva, del giorno e del luogo della cerimonia di premiazione, prevista per il mese di Ottobre 2020, consultando la pagina Facebook dell’Associazione Anto Paninabella e/o il sito dell’Associazione stessa e della Fondazione Vincenzo Casillo.

11)             Le copie dell’antologia ed eventuali altri premi verranno consegnati ai premiati o a loro delegati per iscritto, esclusivamente se presenti alla cerimonia. È prevista la spedizione solo in caso di comprovata e certificata impossibilità a partecipare, previo pagamento delle spese di spedizione.

12)             Ai vincitori sarà offerto un pernottamento GRATUITO per due persone in albergo, per il giorno della premiazione, qualora la propria città di residenza disti più di 150 chilometri da Bari. Il soggiorno, fruibile dal premiato e/o da propri familiari e/o amici e/o da appositi delegati in caso di certificata impossibilità a presenziare alla cerimonia di premiazione, NON è convertibile in denaro né in altra tipologia di premio. Qualora venga inviata agli organizzatori comunicazione di mancata fruizione del soggiorno, esso sarà destinato a uno degli autori meritevoli di Menzione.

Ai premiati e al loro accompagnatore verrà inoltre offerto gratuitamente un momento di turismo esperienziale nella città di Bari, a cura della organizzazione, i cui particolari verranno resi noti nei mesi precedenti la premiazione.

13)    La Giuria i cui componenti verranno comunicati durante la premiazione, sarà composta da: un componente della Fondazione Vincenzo Casillo, un rappresentante della Associazione Anto Paninabella OdV, e tre qualificate personalità del mondo della cultura e dell’associazionismo. I giurati, in numero di 5 (cinque) unità, indicheranno ciascuno separatamente una propria graduatoria di merito, segnalando 10 nominativi e attribuendo ad essi un punteggio da 1 a 10. La somma dei punti ottenuti da ciascun partecipante concorrerà alla definizione della graduatoria definitiva. In caso di arrivo a pari merito, si privilegeranno le opere che meglio  richiameranno le finalità statutarie dell’Associazione promotrice e lo scopo che si vuole raggiungere con l’antologia. I nominativi degli eventuali menzionati d’onore e dei premiati saranno resi noti, attraverso i canali comunicativi dell’Associazione, prima della data di premiazione.

14)    Il giudizio della Giuria, che opererà in maniera indipendente, è insindacabile e inappellabile.

15)  La partecipazione al Concorso comporta la piena accettazione di tutte le clausole del Bando.

INFORMAZIONI E CONTATTI

INFO

e-mail: associazione.anto@paninabella.org

Il Presidente dell’Associazione Anto Paninabella OdV

Domenico Diacono

  • 8
  •  
  •  

2 Commenti a Primo premio letterario "Paninabella"

  1. ALBERTO SULLIGI

    Ho scritto un racconto di un’indagine che si svolge in poche ore su uno stupro di una sedicenne ad opera di un quasi coetaneo. La forza della ragazza la porterà a superare la brutta esperienza. “ciò che gli altri pensano di noi si attacca come una seconda pelle” è adatto a quanto dirà la ragazza. Pensate che possa essere adatto anche ad un pubblico come quello da voi segnalato ? Ciao Alberto Sulligi

    • Paninabella

      Buonasera. Non mi sento di poter dare una risposta a questa domanda. Un qualsiasi tema può avere chiavi di interpretazione molto differenti, e stili comunicativi adatti o meno ad un pubblico particolare. In questo caso partiamo da 11 anni, dalla prima classe delle secondarie inferiori. In questo momento può dire solo lei se il racconto è adatto a ragazzi di quella età.
      Potrebbe anche inviarlo e lasciare che la giuria si esprima al proposito quando verrà letto.
      Grazie mille in ogni caso, cordiali saluti
      Domenico

Domande su questo bando?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *