La lettura non permette di camminare, ma permette di respirare

XV TROSKIJ CAFE’ NOIR

OMICIDIO ALLA CANONICA

 Incipit

 

A Castelleone la primavera era arrivata gradualmente: con giornate sempre più lunghe e soleggiate. La novità più importante nel paese però non era meteorologica, ma ecclesiastica. Dopo anni di Don Franco, parroco del Duomo del borgo marinaro andato in pensione, era arrivato come sacerdote Don Pablo, un religioso sudamericano giovane, pieno di voglia di fare e di coinvolgere le recalcitranti anime di Castelleone che non erano mai state tanto pie.

Questo bel prete, biondo con occhi azzurri, alto e magro che aveva un sorriso illuminante colpì subito il cuore dei paesani, soprattutto quello di sesso femminile. La messa domenicale che negli ultimi anni era pressoché deserta si riempì di nuovo. Il culmine si raggiunse con le festività pasquali. La domenica di Pasqua i fedeli  affollavano all’inverosimile il Duomo dedicato a San Lorenzo. La predica di Don Pablo riscosse molto successo fra i presenti che addirittura lo applaudirono al termine del suo intervento.

Il prete animò anche le attività dell’oratorio e dei vari circoli di preghiera. La maggior parte dei nuovi “fedeli” era costituito da donne di mezza età, rimaste colpite sulla via di Damasco dalla voce calda e dai modi affabili e gentili di Don Pablo.

Questo inaspettato successo del nuovo parroco creò anche molti pettegolezzi in paese, soprattutto fra i bar del paese. Al vescovato ed al commissariato di polizia arrivarono lettere anonime che accusavano Don Pablo di organizzare festini in canonica o di avere relazioni con donne sposate del borgo.

“Sono chiacchiere di paese!” commentò l’Ispettore Renzi dopo aver letto le missive.

Era arrivato maggio e a Michele stringeva il cuore; il sette maggio sarebbero stati dieci anni dalla morte della sua amata moglie.

“Voglio ricordarla con una messa in suffragio. Domani mattina passerò da Don Pablo per concordare la data della funzione.”

Erano le sette di domenica mattina quando Michele il pensionato con il suo fido Nanuk attraversarono il centro storico del borgo per bussare alla porta della canonica del Duomo. Il paese era deserto a quell’ora. Un vento gelido di tramontana, che  soffiava dal mare, non invitava certamente ad uscire. La maggior parte delle persone ancora dormiva.

Incrociarono una persona tutta incappucciata che li salutò frettolosamente in Via del Duomo.

Stranamente l‘uscio della canonica era aperto. Michele spinse avanti la porta e il piccolo Nanuk si inoltrò nei locali della casa parrocchiale.

“Fermati Nanuk. Non fare il solito tuo.”

Nanuk iniziò ad abbaiare forsennatamente nella stanza adiacente il corridoio.

Appena Michele entrò nella camera vide una scena raccapricciante: Don Pablo era disteso sul letto solo con le slip ed aveva una ferita alla tempia che sanguinava copiosamente. Di fianco a lui una persona supina, anche questa immobile.

“Sarà il caso di chiamare l’Ispettore Renzi!” disse Michele.

 

.

 

·         Don Pablo è morto?

·         Chi è l’altra persona di fianco a lui.

·         Sono stati uccisi?

–      Centra qualcosa la persona che Michele ha incrociato nei pressi del Duomo?

  Nello sviluppare il vostro racconto tenente conto di queste domande

Per partecipare occorre spedire un racconto di massimo 10 cartelle, escluso l’incipit (1800 caratteri per ogni cartella per un totale di 18.000 battute ca) in un unico file word che contenga anche i vostri dati personali (nome, cognome, indirizzo, telefono, indirizzo di posta elettronica) e BREVE CURRICULUM LETTERARIO a: troskijcafe@montegrappaedizioni.com entro il 31 dicembre 2019. Indicare nel messaggio di posta elettronica CAHIER DU TROSKIJ CAFE’ – NOIR.

·         I migliori racconti verranno pubblicati nella XV raccolta antologica LES CAHIERS DU TROSKIJ CAFE’ – NOIR nel mese di FEBBRAIO  2019.

·          

·         La presentazione della XV RACCOLTA ANTOLOGICA avverrà nel mese di Febbraio a Monterotondo. Durante l’evento verrà premiato il migliore racconto che sarà di base per il successivo incipit che avrà per protagonisti l’Ispettore Renzi e Michele con il fido Nanuk.

·         Il riconoscimento consisterà in libri editi dalla Montegrappa Edizioni. Verrà premiato preferibilmente l’autore che sarà presente all’incontro. Un attestato di partecipazione verrà rilasciato a chiunque presenzierà alla manifestazione.

·         Tutti coloro che partecipano all’iniziativa danno implicitamente assenso al fatto che la propria opera qualora selezionata, possa essere inserita gratuitamente nel volume antologico che verrà realizzato. I diritti sulla suddetta opera restano dell’autore.

  • 6
  •  
  •