La lettura non permette di camminare, ma permette di respirare

Circolo Culturale Gian Vincenzo Omodei Zorini

Circolo Culturale Gian Vincenzo Omodei Zorini

Arona, Via s Carlo 32 - Centro Incontro don Valli
Contatta
1
1

1998-2019 VENTIDUE ANNI dell’associazione - UNA PAGINA VENTUN ANNI del Premio Letterario Internazionale Città di Arona Il 30 ottobre 1999 e sembra ieri: si spegnevano le luci sul primo premio letterario intitolato all’amico Gian Vincenzo. La “prima” era andata, sperare in una prossima edizione non era più un sogno da inguaribili visionari. Poco dopo il premio alla carriera ha dato concretezza e visibilità agli sforzi fatti. Poi nel 2003 la medaglia assegnata a personalità locali impegnate in campo culturale: a Lorenzo Del Boca, Carlo Alberti, Pierangelo Frigerio, Romolo Barisonzo, Luigi Polo Friz, Giuseppe Armocida, Dorino Tuniz, Alberto Sinigaglia, Angelo Del Boca, Alfredo Papale, Giannino Piana, Giancarlo Andenna, Lino Cerutti, Eugenio Borgna. Nel 2001 Una targa è stata assegnata anche alla principessa Bona Borromeo, rappresentata dal figlio conte Federico Borromeo Arese, “per l'appassionata opera di valorizzazione del patrimonio culturale e artistico del Verbano”. Ventun anni in cui ci siamo un po’ commossi osservando l’emozione del giovane alla prima uscita nel mondo delle parole, o l’incredulità di chi non immaginava il valore di un suo racconto o delle sue poesie rimaste per troppo tempo nel cassetto. E davanti a cose come queste, tutto lo sforzo organizzativo davvero te lo dimentichi in un istante. Ventun anni che oggi sfogliamo come in un album pieno di volti ormai familiari (insigniti del Premio alla Carriera GVOZ): dal “nostro” Ettore Mo a Paolo Mieli, Marcello Sorgi e ancora Giovanna Botteri, Toni Capuozzo, Ferruccio De Bortoli, Anna Lavatelli e Sebastiano Vassalli, Sergio Zavoli, Inge Feltrinelli, Arrigo Levi, Sergio Romano, Enzo Bettiza, Fulco Pratesi, Gianni Minà, Natalia Aspesi, Marco Tarquinio, Alessandro Barbero e Furio Colombo, Ugo Nespolo, Corrado Augias. Dalla nascita del Circolo sono invece trascorsi ventidue anni, lunghi come sono i giorni in cui le cose da fare sembrano infinite, e brevi come sanno esserlo i bei ricordi. Ventidue anni di iniziative, perché non c’è solo il premio, passati a veder nascere cultura da un incontro, da una presentazione, da un convegno storico, con tanti amici di sempre e nuovi legami divenuti collaborazioni, proposte, suggerimenti, novità. Ventidue anni che abbiamo riassunto in una pagina, non l’ultima perché auspichiamo di aggiungerne molte altre, sperando di continuare a scriverle con l’aiuto e il sostegno di tutti coloro che credono nei valori che animarono Gian Vincenzo Omodei Zorini: l’amicizia, la collaborazione, la solidarietà e la cultura.

Bandi pubblicati

Rassegne stampa pubblicate

Nessuna rassegna stampa pubblicata