La lettura non permette di camminare, ma permette di respirare

10

5° edizione del Concorso letterario nazionale "Le parole del geco"

Concorso letterario nazionale per adulti e ragazzi

Accidenti, questo bando è scaduto! Clicca per vedere altri bandi della stessa associazione o dei bandi simili
5° edizione del Concorso letterario nazionale "Le parole del geco"
  • Quota di adesione

    €6
  • Generi e categorie

    Narrativa, Poesia. A tema, Per Ragazzi, Tema libero.
  • Premi

    Attestato, Targa.
  • Data di scadenza

    Il bando è scaduto il 31 Gennaio 2024.
  • Formato accettato dei testi

    Solo digitale.
  • Luogo della premiazione

    Lazio

Regolamento

      Scuola di Scrittura Creativa Ciampino

Elisabetta Piras

Concorso Letterario Nazionale

“LE PAROLE DEL GECO” V Edizione 2023

Temi:

 ”Ma quanto bene fa, fare del bene!”

“Tema libero”

 

BANDO

La scuola di scrittura creativa Ciampino, attiva sul territorio ciampinese dal 2012, indice il Concorso Letterario Nazionale: “Le parole del geco”, V edizione 2023.

La scuola di scrittura creativa Ciampino ha al suo attivo anni di attività in cui ha contribuito alla crescita e alla formazione di giovani scrittori, fra gli 8 e i 13 anni. Vanta un albo d’oro molto nutrito, in quanto gli allievi hanno partecipato, vincendo spesso, a numerosi concorsi letterari nazionali per ragazzi.

Contribuisce ogni anno, con la vendita dell’antologia, a raccolte di fondi a favore di bambini meno fortunati. Dal 2021 destina la raccolta fondi all’associazione “Il sorriso di Mok Italia” che opera nel Benin sostenendo attivamente i bambini e le loro famiglie.

1 – FINALITA’:

La docente e ideatrice della Scuola di Scrittura Creativa Ciampino, la signora Elisabetta Piras, ha voluto dare vita a questo concorso letterario, destinato ad adulti e ragazzi, con lo scopo di affrontare ogni anno un tema particolare, per richiamare l’attenzione su argomenti, persone o avvenimenti che possano stimolare nei concorrenti riflessioni e approfondimenti. Ogni volta l’argomento potrà avere vari punti di vista, che ciascuno potrà e dovrà scoprire.

Le somme ricavate dalla la vendita dell’antologia dei racconti vincitori e segnalati saranno destinate al sostegno dell’associazione “Il sorriso di Mok Italia”.

2 – DATA DI SCADENZA:

La data di scadenza per l’invio degli elaborati è fissata per il 31 gennaio 2024, ore 23.59

3 – QUOTE DI PARTECIPAZIONE

Non è prevista alcuna quota di partecipazione per i giovani fino a 18 anni. Gli adulti, dai 18 anni compiuti in su, dovranno versare una quota di 6 euro, a sostegno delle spese organizzative.

Il versamento dovrà essere effettuato sulla postepay n° 5333171163769934 intestata a Elisabetta Piras, codice fiscale PRSLBT58R45H501Y con causale “Concorso letterario “Le parole del geco 2023”.

4 – REGOLAMENTO

Si può concorrere in una o più sezioni con opere inedite, non ha importanza che siano state vincitrici in altri concorsi, con un solo racconto o poesia per ciascuna sezione.

Possono partecipare ragazzi e adulti, secondo le tabelle indicate nel successivo punto “Sezioni” del presente bando.

Non sono ammessi alias e/o Nick name.

5 – TEMI DELL’ANNO 2023:

1 – “Ma quanto bene fa, fare del bene!”

Come ogni anno spendo due parole sul tema. Ci tengo particolarmente, perché ho preso in prestito uno degli slogan dell’associazione benefica “Il sorriso di Mok Italia”. Mi ha colpito molto e così mi sono messa a riflettere sul tema e ho trovato alcuni spunti per aiutare gli autori a raccogliere le idee:

”EGOISMO SOLIDALE”

Le persone che donano in beneficenza si sentono bene nell’aiutare gli altri.  

Ricerche scientifiche dimostrano che l’altruismo, che cerca il bene degli altri senza particolare interesse, è strettamente correlato alla stimolazione del sistema limbico, la parte del cervello che controlla le emozioni.

Il gesto di collaborare con i bisognosi aumenta i livelli di dopamina, ossitocina, serotonina ed endorfine, sostanze associate alla sensazione di benessere.

In pratica si è altruisti perché ci fa stare bene fisicamente! Più siamo altruisti e più stiamo bene, semplice no?

AUMENTARE L’AUTOSTIMA

Un altro motivo per cui viene donata la carità è che questa azione ci aiuta a sentirci bene con noi stessi. Donazioni e beneficenza diventano un modo per aumentare l’autostima.

È anche possibile che una persona compia atti caritatevoli per ridurre il senso di colpa esistenziale. In questo caso, sarebbe una specie di espiazione.

LA VIA DELL’EMPATIA

Le persone donano in beneficenza perché si sentono impegnate in una causa specifica. Ad esempio, chi ha sofferto di cancro scopre che ci sono pazienti con la stessa malattia che non vengono curati come dovrebbero, per mancanza di risorse.

Anche la sensibilità a particolari situazioni, come l’abbandono degli animali, la gravidanza adolescenziale, l’educazione dei bambini, la fame nel mondo ecc. sono modi per spingerci alla beneficenza.

Il sentimento che spinge a voler sostenere, in questo caso, è l’empatia.  

ORGOGLIO COMUNITARIO

Contribuire al benessere di una comunità evoca spesso sentimenti di soddisfazione e orgoglio. La sensazione di essere utile al gruppo umano in cui si trova una persona è molto gratificante. Questo dà quasi sempre un senso della vita più forte e spesso coincide con le credenze religiose o i valori etici di qualcuno.

SOLIDARIETA’ FISCALE

In molti paesi le donazioni a enti di beneficenza e organizzazioni senza scopo di lucro possono essere deducibili dalle tasse. Ciò significa che la persona che compie l’atto riesce a ridurre il proprio carico fiscale.

IN CONCLUSIONE:

Per solidarietà, contributo, partecipazione comunitaria o qualunque sia il motivo, la verità è che chi dona in beneficenza dà un grande contributo al mondo.

Il voler donare non sempre ha a che fare con la donazione di denaro o beni materiali, ma è anche possibile offrire tempo o lavoro. Con questa pratica vince chi riceve l’aiuto e chi lo offre.

 

2 – TEMA LIBERO

 

Durante lo svolgimento del concorso negli anni precedenti ho riscontrato la necessità, per alcuni autori, di poter spaziare oltre il tema dell’anno. E’ per questo che sarà  sempre inserito un tema libero, affinchè ciascuno possa offrire il suo lavoro migliore senza alcun vincolo.

 

Sarà gradita la diffusione del presente bando ai dirigenti di tutte le scuole di ogni ordine e grado, per stimolare la partecipazione di quante più scuole possibile.

 

6 – SEZIONI

Il Premio è articolato in 6 (sei)  sezioni:

 

Istruzioni comuni a tutte le sezioni:

 

POESIA – Dati tassativi: la poesia non dovrà superare i 40 versi di lunghezza, usando il carattere Times New Roman, carattere 12, interlinea 1. Gli elaborati che non rispetteranno queste istruzioni non saranno presi in considerazione.

NARRATIVA:

Dati indicativi: ogni pagina dovrà essere lunga 40/50 righe e ogni riga 80/85 battute, spazi inclusi.   

Dati tassativi: non superare le 5 cartelle, usare il carattere Times New Roman, dimensione 12, interlinea 1. Gli elaborati che non rispetteranno queste istruzioni non saranno presi in considerazione.

 

–         Sezione A1, poesia adulti, a partire dai 18 anni compiuti.

Si può concorrere con una sola poesia in lingua italiana.

–         Sezione A2, poesia ragazzi da 8 a 12 anni.

Si può concorrere con una sola poesia in lingua italiana.

–         Sezione A3, poesia giovani da 13 a 17 anni

Si può concorrere con una sola poesia in lingua italiana.

–         Sezione B1, narrativa adulti, a partire dai 18 anni compiuti.

Si partecipa con un solo racconto, lungo al massimo 5 cartelle.

–         Sezione B2, narrativa ragazzi da 8 a 12 anni.

          Si partecipa con un solo racconto, lungo al massimo 5 cartelle.

–         Sezione B3 narrativa giovani da 13 a 17 anni

Si partecipa con un solo racconto, lungo al massimo 5 cartelle.

7 – MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Il concorrente dovrà inviare, all’indirizzo di posta elettronica  leparoledelgeco@libero.it una e-mail, alla quale dovrà allegare i seguenti files:

1)  Una scheda A1 per i maggiorenni o una scheda A2 per i minorenni per ciascun elaborato inviato.

2)  Un file in formato WORD – DOC – ODT (per i testi non sono ammessi file in PDF né in JPG) anonimo contenente il proprio elaborato (Titolo e testo), specificando soltanto la sezione per la quale è in concorso.  

Non sono ammessi testi inneggianti alla violenza, odio razziale, discriminazioni delle minoranze, sessisti, volgari né blasfemi.

Tutti i testi che non rispetteranno i requisiti richiesti (formato del file, lunghezza, dimensioni del carattere di scrittura, interlinea, impaginazione ecc.)  non saranno presi in considerazione.

8 – GIURIA

La Giuria sarà presieduta da GIOVANNI GENTILE, classe 1965, scrittore e poeta, ideatore e presidente del concorso letterario memorial Miriam Sermoneta, collaboratore e socio onorario della associazione culturale “I rumori dell’anima”. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti in ambito letterario con poesie e narrativa in tutto il territorio nazionale.

La giuria, la cui composizione sarà resa nota successivamente, sarà composta da membri scelti fra autori, scrittori, docenti o figure competenti in materia di scrittura e membri scelti fra adolescenti e ragazzi ex allievi della Scuola di Scrittura Creativa Ciampino.

9 – PREMI

Sarà stilata una classifica che prevede  1°, 2° e 3° posto.

Ai primi 3 classificati di ogni sezione verrà consegnato un trofeo o una targa o equivalente e una pergamena con la motivazione della Giuria.

La giuria si riserva di assegnare altri premi speciali, menzioni o segnalazioni di merito, conferiti con diploma personalizzato, e/o targa.

10 – PREMIAZIONE

Il premio sarà consegnato personalmente ai vincitori durante la cerimonia di premiazione, è prevista delega al ritiro da far pervenire via e-mail agli organizzatori almeno 5 giorni prima della premiazione. Qualora il vincitore fosse impossibilitato al ritiro potrà ricevere il premio a casa con un contributo di 10 Euro per le spese di spedizione.

La Cerimonia di premiazione avverrà a Roma, nella sala “Laudato si” del Campidoglio di Roma, orientativamente nel mese di maggio 2024. Data, luogo e orario saranno comunicati successivamente.

Solamente gli autori vincitori, segnalati o menzionati, riceveranno comunicazione personale tramite e-mail e telefonicamente.

I risultati inoltre saranno resi noti pubblicamente sul social network Facebook sulle pagine “Scrittura creativa Ciampino” e “Le parole del geco – concorso letterario nazionale”, sul profilo Instagram “Le parole del geco”, sul sito Concorsi letterari.net che pubblicherà il bando e su altre piattaforme web o cartacee ritenute idonee.

Tutti gli autori partecipanti sono invitati alla Cerimonia di premiazione.

 

La partecipazione al concorso implica l’accettazione incondizionata del presente regolamento, pena l’esclusione.

 

11 – RACCOLTA FONDI:

Sarà pubblicata un’antologia con le sole opere dei vincitori e selezionati.

Il ricavato della vendita di tale antologia, detratto delle spese di stampa, verrà devoluto all’associazione “Il sorriso di MOK Italia” che si occupa fattivamente ed operativamente del sostegno di bambini svantaggiati in Africa (visitate il sito www.ilsorrisodimokitalia.org)

Costo e modalità di acquisto verranno comunicate in seguito.

 

La partecipazione al concorso non comporta l’obbligo all’acquisto del volume.

Per informazioni o per comunicazioni potete contattare l’organizzatrice:

–         leparoledelgeco@libero.it,

–         WhatsApp 339 6829867

–         pagina Facebook “Scrittura creativa Ciampino”

–         pagina Facebook “Le parole del geco – concorso letterario nazionale”

–         profilo instagram “Le_parole_del_geco_concorso”

 

 

 

 

 

 

 

 

Allegato A/1 (maggiorenni)

 

DICHIARAZIONE E LIBERATORIA

 

 

Il/La sottoscritt……………………………………………………………………

 

Nat… a………………………………………… (…) il ……/…./……….,

 

residente a ……………………………………………………………………………………………

 

telefono ………………………, e-mail …………………………, in qualità di concorrente alla quinta edizione del Concorso Letterario Nazionale “Le parole del geco” dichiara quanto segue:

 

·        che l’opera in concorso

 

“……………………………………………………………….” sez. …….

tema    (_)“ Ma quanto bene fa, fare del bene”         (_) “Tema libero”

 

 

è frutto del mio ingegno.

 

·        autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi del D. Lg.n° 196/2003 per la tutela degli stessi

·        autorizzo l’eventuale pubblicazione dell’opera/delle opere dichiarando di non avere nulla a pretendere né come diritti d’autore, né a nessun altro titolo, stante il fine benefico della pubblicazione stessa.

 

…………, ……/…./…….

                                                                                        In fede  

 

                                                                  ______________________________

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Allegato A/2 (minorenni)

 

DICHIARAZIONE E LIBERATORIA

 

Il/La sottoscritt……………………………………………………………………

 

Nat… a………………………………………… (…) il ……/…./……….,

 

residente a ……………………………………………………………………………………………

 

telefono ………………………, e-mail …………………………,

 

in qualità di genitore del minore

 

………………………………….. nato/a a …………………………… il ……………

 

Classe ………….. scuola ………………………………………………………………

 

concorrente alla quinta edizione del Concorso Letterario Nazionale “Le parole del geco” dichiara quanto segue:

 

·        che l’opera in concorso

 

“……………………………………………………………….” sez. …….

tema    (_) “Ma quanto bene fa, fare del bene”         (_) “Tema libero”

 

 

 

 

è frutto dell’ingegno dell’autore.

 

·        autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi del D. Lg.n° 196/2003 per la tutela degli stessi

·        autorizzo l’eventuale pubblicazione dell’opera dichiarando di non avere nulla a pretendere né come diritti d’autore, né a nessun altro titolo, stante il fine benefico della pubblicazione stessa.

 

…………, ……/…./…….

                                                                                        In fede

 

                                                                  ______________________________

 

 

 

10 Commenti

Regolamento

Annulla

  1. Jessica Tommasi

    Buondì,

    permettete di fugare un dubbio saltato all’occhio?
    Dal bando si evince che “si può concorrere in una o più sezioni con opere inedite, non ha importanza che siano state vincitrici in altri concorsi”, ne consegue che l’opera presentata può anche essere già stata premiata ma non resa pubblica?
    Cordialmente,

    Jessica

    • Scrittura Creativa

      si, esatto, devono essere opere non pubblicate. aspetto un suo lavoro, grazie

      • Jessica Tommasi

        Grazie per la replica tempestiva!
        Ho inviato quanto necessario nella giornata di giovedì, ma la conferma di avvenuta ricezione non mi è ancora pervenuta… Auguro vivamente che la e-mail vi sia stata correttamente recapitata!
        Cordialmente,

        Jessica

  2. Giovanni Aiassa

    Buongiorno,

    posso usare uno pseudonimo? Naturalmente indicherei anche il nome e il cognome reali

    Cordiali saluti

    • Scrittura Creativa

      è consentito usare solo il proprio nome, come da regolamento.

  3. Scrittura Creativa

    Salve, le opere devono essere inedite, il racconto non deve superare le 5 cartelle. Forse un romanzo è un po’ troppo lungo. Grazie.

  4. Alessandro Manna

    in cosa consiste il “tema libero”? Ovvero deve sempre aver a che fare con il tema della solidarietà?

    • Scrittura Creativa

      No, il tema libero è libero, qualsiasi argomento andrà bene. Aspetto un suo elaborato!

  5. Paola Migliacci

    Buonasera.
    Potrei gentilmente avere dei chiarimenti per la narrativa?
    Si può partecipare con un romanzo edito?
    Cordialmente,
    Paola Migliacci.

    • Scrittura creativa

      Si può partecipare con un racconto di massimo 4 cartelle.

Annulla

Non perdere un aggiornamento!

Non perdere
un aggiornamento!

Iscriviti alla nostra mailing list
per rimanere sempre aggiornato.