Black Friday: libri e corsi al 20% di sconto!

La lettura non permette di camminare, ma permette di respirare

Manuale poetico tragicomico di r/esistenza ai virus

                                                                                              L’Associazione Culturale Due Fiumi

                                                                                                                               con

Slam Italia (RETE ITALIANA DI POETRY SLAM)                                e                                                 

            Periferia Letteraria

                                                                                                        promuovono e organizzano

 

                                                                               Manuale poetico tragicomico di r/esistenza ai virus.

                                                                                     S e z i o n e     u n i c a    d i     v i d e o p o e s i a

Care/i poete/i/esse,

in piena seconda ondata della pandemia con eventi dal vivo vietati, ogni Autrice/ore può intimamente coltivare individualità ed ego. Ma forse più bello è riuscire a trovare momenti di espressione collettiva (esempio: https://www.youtube.com/watch?v=_nFlKqCL4WM).

Nel contempo, visto che già siamo messi male, non è obbligatorio ulteriormente autoflaggellarsi (e flagellare l’altro) con la nostra scrittura, semmai è utile trovare anche spunti ironici, allegri, addirittura comici (qualcuno già sosteneva che comico e tragico hanno il crinale in comune).

Ecco il progetto:

Un numero consistente (massimo cento) di Autrici/ori elabora ciascuno in proprio quattro versi (con le modalità che vedremo in seguito), li interpreta filmandosi (con le modalità che vedremo in seguito), ce li invia, li assembliamo e ne viene fuori un “regalo di Natale” poetico che ci facciamo e che possiamo fare a chi meglio ci pare.

Ecco i dettagli:

Tema: r/esistenza ai virus. Covid? Sars? Ebola? Aviaria? Sì anche, se volete, ma soprattutto r/esistenza ai virus che ci portiamo dietro almeno negli ultimi cinquanta anni di storia: egoismo, individualismo, solitudine, competitivismo, indifferenza, intolleranza e tutti gli altri, quelli tra i cui frutti non si può escludere ci sia appunto il Covid;

Versi: i quattro a testa previsti sono versi liberi ma se proposti come endecasillabi è preferibile per armonizzarli. Per lo stesso motivo, e per maggior immediatezza di ascolto, se rìmano (AA-BB, AB-BA, AB-AB) è ancora meglio.

Ancora nell’ottica del lavoro complessivo non è obbligatorio ma sarebbe utile che le quartine iniziassero con la parola: “Quando” o con la parola “Come” e usassero come una delle parole rima, o comunque come una delle parole all’interno della quartina, una o più delle seguenti parole: “libertà”, “responsabilità”, “felicità”, allegria”;

Video: i video possono avere durata massima di quindici secondi, possibilmente con immagini orizzontali e possono essere formati (oltre che dall’ovvio audio che può includere musiche purché libere da diritti) dalle immagini dell’Autrice/ore che interpreta la propria quartina o, molto preferibilmente, da circa cinque secondi (o dalla durata di un verso) delle immagini dell’Autrice/ore (che verranno sottotitolate con il proprio nome) e per il resto della durata con immagini che l’interprete stesso ritiene adatte al suo testo. Nel caso di difficoltà tecniche ci rendiamo disponibili, previo singolo accordo e su indicazioni dell’Autrice/ore, a integrare in filmato audiovideo unico eventuali distinti file inviati (audio, foto, audiovideo e video nei formati JPEG, PDF, MP3 e MP4).

Riassumendo:

ogni Autrice/ore scrive, interpreta, filma la propria quartina e invia esclusivamente alla mail tar.ma@alice.it il testo in formato word (.odt, .doc) e il video dell’interpretazione (MP4) entro il 2 dicembre 2020.

Tutti i lavori pervenuti, corrispondenti ai requisiti richiesti, parteciperanno alla selezione per entrare a far parte del lavoro collettivo che verrà pubblicato su You Tube.

Qualora il progetto non accogliesse un numero considerato sufficiente di adesioni lo stesso non verrà realizzato.

Per info contattare l’ideatore e responsabile del progetto, Marino Tarizzo, mail: tar.ma@alice.it

  • 1
  •  
  •  

Commenta per primo!

Non ci sono ancora domande.

Domande su questo bando?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *