La lettura non permette di camminare, ma permette di respirare

  • 14
  •  
  •  
< Torna al blog

Come creare diversi flussi di entrate come scrittore

Probabilmente ti sarai domandato molte volte, anzi moltissime, come fare a essere uno scrittore e allo stesso tempo pagare le bollette e far fronte a tutte quelle piccole grandi necessità quotidiane che pur fanno parte della vita.

Sono certa che avrai già sfatato il mito della sofferenza e quindi sarai ormai consapevole che l’immagine dell’artista bohémien anche se fa tanto old fashion in realtà non è una via praticabile se si vuole comunque poter fare affidamento su delle entrate sicure.

E allora come si fa a continuare ad alimentare la propria passione per la scrittura e allo stesso tempo a dar da mangiare anche al nostro stomaco?

Soldi è bello

Nell’epoca del consumismo inutile, del materialismo esagerato e del divario sempre più grande fra persone molto ricche e persone molto povere, forse il titolo di questo paragrafo potrebbe all’apparenza sembrare superficiale. In realtà si tratta di sfatare un altro mito, ovvero quello che i soldi sono il male.

Spallucce, risatine, immagino già la tua faccia davanti allo schermo e il tuo capo scuotersi con decisione mentre esclami: “Ma io non penso affatto che i soldi sono il male, anzi!”.

Ne sei proprio sicuro? Fatti questa domanda con sincerità, perché se vuoi creare diversi flussi di entrate come scrittore dovrai stabilire con esattezza la cifra di cui hai bisogno e ti suggerisco di non darti il “contentino”, ovvero pizza e birra con gli amici, bollette, affitto e il minimo indispensabile. No ti suggerisco di pensare in grande, molto in grande.

Forse siamo circondati sempre più da esempi negativi rispetto a quelli positivi, ma posso assicurarti che tante persone, magari silenziosamente e senza clamore, hanno usato i loro risparmi per fare delle cose belle, per aiutare gli altri, per incoraggiare l’arte, per favorire la vita sociale, insomma per questo ti dico che soldi è bello.

Scopri i nostri corsi!

Insegna, Vendi, Condividi  

Bene adesso che abbiamo lavorato sulla parte “spirituale” passiamo alle azioni concrete che puoi fare per generare diversi flussi di entrate con il tuo lavoro di scrittore. Qui ti suggerisco tre attività diverse ma dai libero sfogo alla tua creatività e pensa a quante possibilità hai di declinare un bellissimo dono come la scrittura in qualcosa di redditizio.

La prima consiste nell’insegnare agli altri l’esperienza accumulata. Corsi di formazione online, un ebook da vendere attraverso i canali di self-publishing, lezioni dal vivo, etc.

Molti artisti utilizzano questo canale per creare un flusso di entrate consistenti e tutti possono confermare che è un’esperienza gratificante e che insegna molto a sua volta.

Vendi. Cosa? Ma il frutto della tua abilità naturalmente! “Content is the king”, diceva Bill Gates, e aveva ragione. Nel marketing il contenuto è tutto, copywriter, content editor, social media editor, sono tutti mestieri del marketing digitale legati alla produzione di contenuti. Cosa aspetti a buttarti?

Terzo e ultimo consiglio: condividi, non essere avaro di gentilezza e condivisione. Spesso le migliori occasioni ci piovono addosso proprio quando abbiamo il cuore aperto e stiamo donando senza aspettarci di ricevere nulla in cambio. Il tam tam che si crea grazie a una condivisione spontanea è infatti la migliore pubblicità che possiamo fare al nostro lavoro.

Prima di salutarti voglio dirti un’altra cosa. Tempo fa ho conosciuto una scrittrice che ha pubblicato un romanzo con una casa editrice molto nota. Mi ha raccontato che a un certo punto della sua vita ha deciso che avrebbe usato la sua dote solo per scrivere romanzi, racconti, storie, etc., nel frattempo avrebbe fatto qualsiasi lavoro necessario per poter provvedere al suo sostentamento. Così mentre la sera lavorava per una pizzeria, di giorno si dedicava alla scrittura. La sua costanza è stata premiata e dopo una prima pubblicazione di racconti con una casa editrice minore è stata scoperta da un agente letterario che le ha procurato l’ingaggio con la casa editrice “famosa”. Grazie ai diritti d’autore e agli anticipi sui lavori successivi commissionati ha potuto lasciare il lavoro in pizzeria e dedicarsi esclusivamente a questo.  Non male vero?

Questo solo per dirti che non importa in che modo generi flussi di entrate, non deve necessariamente essere connesso alla scrittura, l’importante è che non smetti mai di scrivere e di proporre i tuoi lavori.

2 Commenti a Come creare diversi flussi di entrate come scrittore

  1. Paolo

    Ottimo, condivido in pieno, però vorrei aggiungere un piccolo particolare: abbi tanta pazienza e non demordere.

    • Alessandra Caputo

      Assolutamente, mai arrendersi!
      Grazie Paolo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perdere
un aggiornamento!

Iscriviti alla nostra mailing list
per rimanere sempre aggiornato.