La lettura non permette di camminare, ma permette di respirare

PREMIO ZAMBERLAN – Racconti brevi di gente in cammino

PREMIO ZAMBERLAN – Racconti brevi di gente in cammino

BANDO PARTECIPAZIONE/REGOLAMENTO PREMIO ZAMBERLAN

ART. 1 – OGGETTO

Il Premio Zamberlan ha come oggetto il racconto breve sull’esperienza del cammino in tutte le sue declinazioni: professionale, sportivo, terapeutico, religioso, filosofico, abituale e casuale. Esperienza del cammino che nelle sue implicazioni concettuali si ispira alle riflessioni del filosofo francese Frédéric Gros che ne ripercorre, da un secolo all’altro, il rapporto con la sfera soggettiva e percettiva dell’uomo.

ART. 2 – PROMOTORE

Calzaturificio Zamberlan srl con sede a Torrebelvicino (Vicenza) attraverso il supporto del Comitato Organizzativo/consultivo e del Comitato d’Onore che sono gli organi collegiali del Premio stesso.

ART. 3 – FINALITA’

Il Premio Zamberlan ha esclusiva valenza culturale e coinvolge in ogni sua iniziativa il maggior numero di soggetti istituzionali e privati del territorio. Non ha fini di lucro e ciascuna persona facente parte della sua struttura organizzativa (cooptata insindacabilmente dalla Presidenza per meriti e competenze individuali e pubblici) svolge ogni incarico in via del tutto volontaria.

Il Premio si prefigge i seguenti obiettivi:

► valorizzare l’atto del camminare

► esprimere l’identità di una comunità e del suo territorio

► stimolare la riflessione sul tema del cammino

► contribuire a idee e progetti di quanti, con la propria testimonianza pratica e   scritta, suggeriscono, informano e indirizzano comportamenti per il miglior rapporto dell’uomo con l’ambiente e dell’uomo con l’attività sportiva e outdoor

►individuare e sostenere economicamente progetti di vie, sentieri, strade e            percorsi legati all’esperienza dei cammini, dell’escursionismo e dell’esplorazione.

ART. 4 – DESTINATARI E PARTECIPAZIONE

Al Premio possono partecipare autrici e autori maggiorenni di qualsiasi genere, religione e nazionalità.  LA PARTECIPAZIONE È GRATUITA

ART. 5 – SEZIONI

Il Premio è diviso in due sezioni:

1. Racconto scritto     2. Racconto podcast

Il Racconto scritto deve rispondere ai seguenti criteri:

a) inedito, non premiato

b) scritto in lingua italiana

c) lunghezza massima 40.000 battute (spazi compresi)

d) titolo indicato nella prima pagina del racconto.

Il Racconto podcast deve rispondere ai seguenti criteri:

a) inedito, non premiato

b) parlato in lingua italiana

c) durata massima 15 minuti

d) titolo indicato in apertura del podcast

ART. 6 – MODALITA’ PARTECIPAZIONE E DATA ULTIMA INVIO OPERE

I concorrenti dovranno far pervenire le loro opere entro, e non oltre, il 20 maggio 2023 esclusivamente attraverso i form presenti sul sito www.premiozamberlan.it inviando i seguenti file:

Sezione scritti:

► ALLEGATO 1, testo completo con titolo, nome autore, indirizzo in intestazione e             formato pdf, verdana 12, interlinea 1,15

► ALLEGATO 2, testo anonimo con titolo ma senza nome autore, indirizzo                          in intestazione e formato pdf, verdana 12, interlinea 1,15

Sezione podcast:

► ALLEGATO 1, testo completo con titolo, presentazione autore in formato .mp3,              .wma oppure .wav per i podcast

► ALLEGATO 2, TESTO anonimo con titolo ma senza presentazione autore in                  formato .mp3, .wma oppure .wav per i podcast

I file saranno identificati da un codice interno.

Caricando il file l’autore dichiara che l’opera è originale e inedita e garantisce che l’eventuale pubblicazione del testo non avviene in violazione di diritti di terzi, espressamente manlevando il Calzaturificio Zamberlan srl e la presidenza del Premio da ogni danno o pretesa di risarcimento, nessuna eccettuata, anche per quanto riguarda il titolo dell’opera, i suoi contenuti e diritti d’autore/patrimoniali di terze parti.

Gli elaborati non saranno restituiti e la proprietà letteraria rimarrà sempre e comunque dell’autore ad esclusione dei casi elencati agli articoli 9, 10 e 11.

ART. 7 – VALUTAZIONE E GIURIA

La valutazione dei lavori pervenuti è affidata ad una giuria articolata in:

1. Giuria critica

2. Giuria lettori

La Giuria della critica è composta da scrittori, librai e bibliotecari.

La Giuria dei lettori è composta da membri della struttura del Premio, lettori indicati dalle librerie e dai bibliotecari presenti nella Giuria critica.

La Giuria dei lettori valuterà i racconti e individuerà le 20 opere finaliste (10 sezione scritti, 10 sezione podcast) che saranno determinate sulla base di una graduatoria di merito data delle somme dei giudizi espressi da ogni giurato (le prime 20 opere che ottengono i punteggi più alti).

Una volta selezionate, le 20 opere finaliste (10 sezione scritti, 10 sezione podcast) saranno rinviate ai membri delle due giurie per la valutazione finale. Ogni opera riceverà un punteggio da due membri della Giuria critica e tre della Giuria lettori.

La graduatoria finale sarà data dalla somma della media dei giudizi dati per ciascuna opera dai singoli membri delle due giurie.

Le giurie valuteranno distintamente le due sezioni del Premio con le medesime modalità.

L’operato e la valutazione della Giuria sono insindacabili.

Non saranno ammesse al concorso le opere in contrasto con le norme di legge, le opere che presentano contenuti volgari, osceni e offensivi verso la sensibilità altrui; non saranno ammesse inoltre le opere che presentano contenuti razziali, incitano all’odio, alla violenza e contengono informazioni false e offensive nei confronti di terzi. Non saranno ammesse, infine, opere che violano i diritti altrui, che sono forma di pubblicità diretta/indiretta di prodotti e attività e che trattano argomenti diversi da quelli del tema del cammino.

ART. 8 – VALORE DEI PREMI E DATE PROCLAMAZIONE VINCITORI

Dalla graduatoria di merito elaborata dalla Giuria verranno individuati i 10 finalisti per ogni sezione, che saranno avvisati, con un preavviso di almeno 15 giorni, a mezzo posta elettronica fornito in fase di candidatura. La proclamazione dei vincitori si effettuerà nel corso di una cerimonia pubblica presso il Podere La Torre di Schio il 7 e 8 ottobre 2023.

Il primo classificato della sezione Racconto scritto riceverà in premio una penna-gioiello Montegrappa del valore di 4.000 euro.

Il primo classificato della sezione Racconto podcast riceverà in premio una penna-gioiello Montegrappa del valore di 2.000 euro.

I secondi e terzi classificati di ciascuna sezione riceveranno in premio una calzatura realizzata dagli artigiani del Calzaturificio Zamberlan.

I 10 racconti finalisti della sezione scritti saranno pubblicati sul volume Racconti brevi di gente in cammino (Maggioli Editore).

I premi dovranno essere ritirati dai vincitori o, in caso di giustificato e documentato impedimento, dai loro delegati. Non è ammessa l’assegnazione ex aequo dei premi.

ART. 9 – RESPONSABILITA’ E AUTORIZZAZIONE A PUBBLICAZIONE DELLE OPERE

La responsabilità quanto ai contenuti dei racconti è personale ed è delle Autrici/Autori. Al fine di consentire all’ente organizzatore la riproduzione e l’utilizzo degli stessi in qualsivoglia formato e mezzo, ogni partecipante cede al Premio Zamberlan – Calzaturificio Zamberlan srl il diritto di utilizzare i racconti inviati senza ulteriori formalità, sollevandolo, al contempo, da ogni responsabilità di plagio verso terzi.

La sottoscrizione della scheda di partecipazione costituisce a tutti gli effetti la liberatoria per il consenso alla pubblicazione delle opere nel volume Racconti brevi di gente in cammino (pubblicato da Maggioli Editore) e nella sezione podcast del sito www.premiozamberlan; così come nei siti, nei media, associazioni cammini, enti e partner del Premio ritenuti utili alla promozione dello stesso.

ART. 10 – CONDIZIONI RELATIVE AL MATERIALE INVIATO E AL SUO UTILIZZO

L’invio dei racconti costituisce implicitamente autorizzazione per gli organizzatori del Premio Zamberlan alla pubblicazione libera e gratuita di tutti i testi ritenuti idonei.

ART. 11 – ACCETTAZIONE DEL REGOLAMENTO

La partecipazione al Premio Zamberlan e l’invio d’iscrizione del form per via telematica (contenente nome, cognome, nascita, residenza, codice fiscale, mail, telefono, liberatorie, firma autografa) sottintende presa visione, accettazione integrale e incondizionata delle norme contenute nel presente Regolamento.

Quanto non previsto dagli articoli del presente regolamento sarà oggetto di valutazione autonoma del Comitato organizzativo del Premio Zamberlan.

ART. 12 – INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI (ART.13 REGOLAMENTO UE 2016/6/679) ai sensi dell’Art.13 del Regolamento (UE) 2016/679 – Regolamento generale sulla protezione dei dati – i dati forniti da coloro che aderiscono all’iniziativa sono raccolti presso il Calzaturificio Zamberlan srl di Torrebelvicino per le finalità di gestione del Premio Zamberlan e sono trattati in modo lecito corretto e trasparente. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della domanda di partecipazione e della procedura di identificazione dei racconti. I dati possono essere trattati sia con procedure informatizzate e telematiche (anche nella fase di raccolta) sia eventualmente con modalità tradizionali.

Titolare del trattamento: Calzaturificio Zamberlan srl – Via Guglielmo Marconi, 1 36036 Torrebelvicino (VI). Diritti degli interessati: gli interessati hanno il diritto di ottenere, nei casi previsti dal Regolamento, l’accesso ai propri dati personali, la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda, o di opporsi al trattamento, secondo quanto previsto dagli art. 15-22 del Regolamento. È ammesso il ricorso all’Autorità Garante: http://www.garanteprivacy.it/ nel caso in cui si ritenga che il trattamento avvenga in violazione del Regolamento citato.

ART.13 – INFORMAZIONI E CONTATTI

Per ogni eventuale chiarimento e per informazioni in merito al Premio Zamberlan consultare https://www.premiozamberlan.it/ o scrivere a info@premiozamberlan.it

Il direttore responsabile.                                                        Il presidente di giuria

Claudio Angaran                                                                      Paolo Sbalchiero

Il direttore di progetto

Claudio Ruggiero

  • 6
  •  
  •  

Commenta per primo!

Non ci sono ancora domande.

Domande su questo bando?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non perdere un aggiornamento!

Non perdere
un aggiornamento!

Iscriviti alla nostra mailing list
per rimanere sempre aggiornato.

Iscriviti alla nostra mailing list per rimanere sempre aggiornato. Iscrivimi alla NewsLetter