La lettura non permette di camminare, ma permette di respirare

Quinta Edizione Premio Letterario Tene Tene

Quinta Edizione Premio Letterario Tene Tene

Premessa

Il mondo della pirateria ha sempre affascinato bambini, ragazzi e adulti sotto ogni latitudine e lungo ogni longitudine, da quando esplose come vero e proprio fenomeno la letteratura avventurosa.

Si portarono nelle case e nell’immaginario collettivo, attraverso le opere di autori di culto come Emilio Salgari, Joseph Conrad, Robert Louis Stevenson, Jules Verne e via discorrendo, mondi lontani, tanto distanti quanto, ovviamente, ricchi di fascino.

Come carismatica è sempre stata la figura del pirata, nella sua purezza o nelle varie declinazioni (Corsaro, filibustiere, bucaniere), un compromesso in carne, carta e ossa fra galanteria e ferocia, fra ideali e bottini, sovrinteso da una coerenza sempre ostentata al di là di ogni comoda convenienza.

A cavallo fra il 1800 e il 1900 il mito del Corsaro si è talmente esteso in letteratura da creare un vero e proprio fenomeno editoriale, tanto di nicchia presso il mondo artistico quanto capillare nella cultura di massa. Esistono talmente tanti volumi editi che spesso, a volerli censire tutti, se ne perde il bandolo.

Tutto questo nell’evoluzione mass mediatica ha invaso il mondo della televisione e del cinema, raggiungendo l’apogeo con la saga dei Pirati dei Caraibi griffata Disney e divenendo stabile elemento merceologico di ampia diffusione.

Ma cosa vuol dire essere “pirati”? Vuol dire rompere col presente e col passato, vuol dire appartenere a una comunità eterogenea priva di bandiere (tanto che se ne creano di nuove originali), legata da vincoli di amicizia e fratellanza, vuol dire andare contro il potere costituito; essere pirati equivale a essere ribelli, anticonvenzionali, schierato contro la monotonia e la comodità, contro gli agi e le imposizioni, vuol dire vivere il mondo come se fosse il proprio monolocale.
Davide Barella 

Presidente della giuria 

Il premio
Ogni racconto deve essere vincolato a temi quali la scoperta, l’esplorazione, la navigazione, l’avventura, i mondi sconosciuti o quelli che conosciamo (si leggano per esempio le scorribande mediterranee dei pirati saraceni nel romanzo “Le pantere di Algeri” per avere una dimensione domestica del fenomeno) e, esteso alla fantasia di un bambino, alla curiosità, al gioco, alla conoscenza di esperienze esotiche.

Scrivi il tuo racconto e partecipa al concorso entro il 12/08/2022.

***
La casa editrice Catartica Edizioni in collaborazione con il sito Indielibri (www.indielibri.info) bandisce la Quinta Edizione del Premio letterario Tene Tene: “Chi non vuol essere un pirata?”

Articolo 1 – Condizioni di partecipazione
Il premio è aperto ad opere inedite in lingua italiana, queste devono essere costituite da singoli racconti.
La partecipazione è aperta a tutte le autrici e a tutti gli autori, senza limitazione di nazionalità e cittadinanza.
Ogni autore/autrice può inviare al massimo un racconto.
L’iscrizione è gratuita.

Articolo 2 – I temi
“Chi non vuol essere un pirata?” Storie di esplorazione e di scoperta, di avventura e di navigazione in mondi sconosciuti e lontani o in quelli che già conosciamo e che vogliamo siano raccontati con originalità, in modo non comodo e convenzionale, come ci immaginiamo avrebbero fatto i nostri pirati, liberi, ribelli, anticonformisti.

Articolo 3 – Caratteristiche
I racconti devono essere composti da un minimo di 10.000 e un massimo di 20.000 battute, spazi inclusi.
Sono ammesse eccezioni se gli elaborati superano di poco il limite stabilito.

Articolo 4 – Come inviare i racconti
Le opere dovranno essere trasmesse ESCLUSIVAMENTE via mail all’indirizzo catartica.concorsi@gmail.com in due file word separati: in uno, SOLO l’opera completa di titolo; nell’altro, SOLO i dati dell’autore, come da articolo 5.

Articolo 5 – I dati richiesti
Il file relativo ai dati degli autori dovrà contenere i seguenti dati:
– nome e cognome dell’autore;
– data e luogo di nascita dell’autore;
– indirizzo di residenza, recapito postale, recapito mail e recapito telefonico;
– la dicitura: “Dichiaro: di essere maggiorenne; di voler candidare la mia opera intitolata ___________________ alla Quinta Edizione del Premio Letterario “Tene Tene”; autorizzando la casa editrice “Catartica Edizioni”, sempre nell’ambito del concorso, alla sua pubblicazione, diffusione e commercializzazione in forma cartacea e/o telematica; che la stessa opera è inedita e frutto esclusivo del mio ingegno; di sollevare l’organizzazione da ogni controversia, di qualsiasi natura, dovesse insorgere circa la mia partecipazione, ossia di assumermene ogni responsabilità; di dare ogni consenso in ordine alle vigenti normative in fatto di privacy (Dlg. 196 del 2003, Dlg. 101 del 10 agosto 2018, Regolamento europeo n. 2016/679), in relazione e limitatamente allo svolgimento del premio in argomento.

Per i minorenni, va allegata la liberatoria che deve contenere i seguenti dati:
Dati personali del minore:
– Nome e Cognome del minore;
– luogo e data di nascita del minore;
– indirizzo di residenza, recapito postale, recapito mail e recapito telefonico;

Dati personali del maggiorenne in qualità di genitore/tutore:
– Nome e Cognome;
– luogo e data di nascita;
– indirizzo di residenza, recapito postale, recapito mail e recapito telefonico;
– la dicitura: In qualità di genitore/tutore, con la sottoscrizione del presente atto AUTORIZZO (nome e cognome del minorenne) ____________________ a partecipare alla Quinta Edizione del Premio Letterario “Tene Tene” candidando l’opera dal titolo __________________; che la stessa opera è inedita e frutto esclusivo del suo ingegno;
AUTORIZZO inoltre la casa editrice “Catartica Edizioni”, sempre nell’ambito del concorso, alla sua pubblicazione, diffusione e commercializzazione in forma cartacea e/o telematica;
DICHIARO di sollevare l’organizzazione da ogni controversia, di qualsiasi natura, dovesse insorgere circa la partecipazione del minore al concorso, ossia di assumermene ogni responsabilità; di dare ogni consenso in ordine alle vigenti normative in fatto di privacy (Dlg. 196 del 2003, Dlg. 101 del 10 agosto 2018, Regolamento europeo n. 2016/679), in relazione e limitatamente allo svolgimento del premio in argomento.

Articolo 6 – Diritti d’autore
I diritti dei racconti rimangono di proprietà dei singoli Autori.

Articolo 7 – Termini di invio
Le opere dovranno essere spedite entro e non oltre il 12/08/2022.

Articolo 8 – Premi
I racconti più meritevoli verranno inclusi in un’antologia che sarà in vendita sul sito della casa editrice, in libreria, alle principali fiere cui parteciperà l’editore e sui principali bookstore online.
La casa editrice si riserva il diritto di pubblicare, nei propri siti internet e in relativi canali online, tutte le opere selezionate.
La commissione giudicatrice si assume il compito di comunicare ai partecipanti se le loro opere sono state selezionate per la pubblicazione, il luogo e la data della premiazione pubblica.

Articolo 9 – Giuria
Davide Barella

Maria Barca

Davide Baratto

Giovanni Fara

Articolo 10 – Informazioni
Per ogni ulteriore informazione scrivere all’indirizzo catarticaedizioni@gmail.com.

Articolo 11 – Controversie
Per ogni controversia legale che dovesse eventualmente sorgere, il Foro competente sarà quello di Sassari.

info:

https://www.catarticaedizioni.com/

https://www.indielibri.info/

  • 44
  •  
  •  

Commenta per primo!

Non ci sono ancora domande.

Domande su questo bando?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.