La lettura non permette di camminare, ma permette di respirare

  •  
  •  
  •  

#4 Routine! – Incipit libero

La diretta del 9 Settembre alle 18:00

L’esercizio

Il nuovo esercizio di Routine! è… un nuovo incipit! Come la prima volta. Be’, non proprio! Stavolta non c’è alcuna traccia da seguire, nessun personaggio da mettere in movimento. Devi scrivere l’incipit della storia che ti ronza in testa da un po’.

L’unico limite è quello dei caratteri: 1.500, spazi inclusi.

Per il resto, massima libertà: puoi scegliere il protagonista, il tema, l’antagonista, lo stile, il tempo, il punto di vista che preferisci.

Sei contenta/o? Ricorda però che la libertà porta con sé una grande responsabilità!

E che, visto che avrai tutto agosto per scrivere il tuo incipit, dovrai pretendere il meglio da te stessa/o! Scrivi, cancella, riscrivi, e così via, fino a quando ogni frase sarà vicina alla perfezione.

Non vediamo l’ora di leggerti; intanto… buone vacanze! 

Invia il testo in un unico file in formato .doc o .docx, a maurizio@concorsiletterari.net entro domenica 29 Agosto; come oggetto della mail scrivi Routine, incipit + il tuo cognome.

Cos’è Routine!

Routine! è un percorso di crescita condiviso, aperto e gratuito, pensato per gli aspiranti scrittori che vorrebbero scrivere… ma poi, per un motivo o per un altro, non lo fanno mai.

Puoi vedere le puntate precedenti su Youtube.

 

2 Commenti a #4 Routine! – Incipit libero

  1. Paolo

    Mi permetto di affermare che un incipit è una sola, al massimo due, frasi che dovrebbero annunciare/presentare una situazione o un personaggio e convincere il lettore a proseguire. E questo dovrebbe valere sia per una short story che per un “romanzone” da 400 pagine. Questo è il mio punto di vista. (Ma Stephen King e Carver docet…)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perdere
un aggiornamento!

Iscriviti alla nostra mailing list
per rimanere sempre aggiornato.