La lettura non permette di camminare, ma permette di respirare

  • 20
  •  
  •  
< Torna al blog

Come scrivere se hai dei dubbi?

Oggi voglio presentarti un mio caro amico: il dubbio. Cosa dici? Lo conoscevi già? Be non avevo dubbi perché lui è davvero bravo a fare amicizia!

Giochi di parole a parte, se lasci troppo spazio al dubbio il rischio è quello di restarci del tutto impantanato, tanto da non riuscire più a scrivere.

Come fare allora ad andare avanti? Scopriamolo insieme!

 

Usa i tuoi dubbi come un trampolino di lancio

Il primo passo è quello di ribaltare completamente la situazione e sfruttare i dubbi come forza propulsiva per raggiungere il tuo obiettivo. Ho presentato il dubbio come un amico e in effetti è proprio così. Il dubbio altro non è che una delle tante manifestazioni del nostro istinto, il dubbio ti sta chiedendo chiaro e tondo: ne vale davvero la pena?  

Indaga a fondo le tue motivazioni e chiediti per quale motivo vuoi scrivere, cerca di “spacchettare” la questione e se una volta fatto questo lavoro di analisi il tuo desiderio è ancora là, forte e pressante, allora la risposta a quello che il dubbio ti sta chiedendo non potrà che essere affermativa. 

Smettila di trovare scuse per non scrivere

La mente umana funziona in modo meraviglioso ma spesso si può trasformare nella nostra peggior nemica. Senza troppi giri di parole voglio dirti cosa succede quando lasci troppo spazio al dubbio e lo subisci anziché usarlo a tuo vantaggio. 

Il dubbio ti presenta un rischio strettamente correlato al tuo desiderio di scrivere (perdita di tempo, di soldi, di energie, etc.), il rischio genera diverse paure (non sentirsi bravi abbastanza, mancanza di riscontri, critiche, etc.), queste paure vengono “razionalizzate” e trasformate in qualcosa di molto più accettabile per te, ovvero scuse legate al tuo quotidiano che ti impediscono di scrivere. Il lavoro, i figli, il cane, senza dimenticare la società, il mercato in crisi e ovviamente le tue scarse capacità. 

Ecco quindi ogni volta che dici “Non ho tempo per scrivere” sappi che non è il dubbio a trattenerti ma solo una paura mascherata da scusa. 

 

Coraggio, fiducia e pacche sulla spalla

Qualche giorno fa mi è capitato di assistere a una tavola rotonda sui Diritti Umani. Uno dei relatori a un certo punto ha detto: “Le persone coraggiose hanno paura”. Questo è davvero molto incoraggiante! 

Se dubbi e paure ti assalgono sappi quindi che sei sulla strada giusta, adesso devi soltanto costruire la fiducia in te stesso un passo alla volta, tirando fuori tutto il tuo coraggio.

Voglio chiarire una cosa però: non si tratta di fare azioni eclatanti e cambiare la tua vita drasticamente a partire da domani, anche perché lo sappiamo benissimo che fine fanno quei buoni propositi da primo dell’anno, si tratta di andare verso la direzione che hai scelto un passo per volta. 

 

Se vuoi superare i dubbi allora siediti e scrivi, non c’è azione migliore. Trova la tua routine di scrittura, mettiti un piccolo obiettivo per volta e fai in modo che i tuoi obiettivi siano realistici e perseguibili. Coltivando ogni giorno questo atteggiamento ti sentirai man mano sempre più coraggioso e sicuro di te, a quel punto anche gli obiettivi impossibili ti sembreranno possibili. 

Un consiglio in più: allena il tuo corpo quotidianamente. Praticare sport significa allenare anche la nostra mente, come dicevano i latini mens sana in corpore sano, niente di più vero per chi ha in programma di stare seduto tante ore a scrivere!

 

Ti va di raccontarci i tuoi dubbi da scrittore? Sono sicura che siamo in tanti in questa situazione!

2 Commenti a Come scrivere se hai dei dubbi?

  1. Erica

    Non avendo ancora pubblicato, il mio primo dubbio da scrittore è “Quello che scrivo, piace?”.
    Ho inviato il mio primo racconto alle più note case editrici e laddove le risposte sono arrivate sono state negative. So che non mi devo fermare, lo sento. Così il secondo dubbio è “Se nessuna casa editrice mi pubblica, come posso far sì che ciò che ho scritto possa essere letto? Mi affido all’auto-pubblicazione? Come faccio a vendere i miei titoli?”.
    Spero che il vostro corso di Marketing possa essermi d’aiuto nel rispondere almeno al mio secondo dubbio.
    Se c’è un aspetto su cui invece non nutro dubbi è il continuare a scrivere perché ho qualcosa da dire e credo sia comune a tutti gli scrittori.

    • Alessandra Caputo

      Grazie Erica
      sono perfettamente d’accordo con te: l’importante è continuare a scrivere!
      Le risposte negative possono dipendere da fattori diversi, a ogni modo in questo articolo ho provato a spiegarne tre:
      https://www.concorsiletterari.net/tre-ragioni-per-cui-a-nessuno-piace-il-tuo-romanzo/
      Resta sintonizzata su questo blog perché a breve scriverò un articolo sul motivo per cui non si può piacere a tutti 😉
      Vedrai che il corso di Marketing ti sarà utilissimo, perché al di là della strada scelta per la pubblicazione al giorno d’oggi un autore non può prescindere dal conoscere il modo per farsi conoscere (mi piace fare giochi di parole!).
      In bocca al lupo e spero di rileggerti presto!
      Alessandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perdere
un aggiornamento!

Iscriviti alla nostra mailing list
per rimanere sempre aggiornato.