La lettura non permette di camminare, ma permette di respirare

  •  
  •  
  •  
< Torna al blog

Il punto di vista in narrativa

Ieri abbiamo inaugurato 10 nuove lezioni sul punto di vista nel nostro corso online di scrittura creativa. Vogliamo celebrare questo momento rilasciando la prima lezione gratuitamente!

Iscriviti al nostro canale Youtube, è gratis!

Il programma per intero dedicato al punto di vista:

1. Perché è importante scegliere il punto di vista?
Ma cosa ci sarà mai da capire su un punto di vista? Prima persona, terza persona, parla un personaggio o un narratore, no? Be’, no.

2. La distanza narrativa
La distanza narrativa è quel senso di lontananza o di vicinanza che sentiamo nei confronti dei personaggi quando leggiamo una storia.

3. Come il punto di vista introduce una storia
Le prime righe di un romanzo sono piene zeppe di informazioni che non riguardano solo i fatti, ma anche chi sta analizzando quei fatti, chi li sta giudicando e sperimentando.

4. Come scegliere il narratore
Siamo proprio sicuri che il narratore sia sempre il protagonista della storia?

5. Come cambia il punto di vista di un personaggio
Ti succede mai di alzarti felice una mattina e il giorno successivo vorresti uccidere tutti? Bene, anche questo può accadere al tuo personaggio.

6. Passato o presente?
Una delle prime decisioni che dovrai prendere quando cominci una storia è il tempo narrativo.

7. La terza persona e il narratore onnisciente
La terza persona è in assoluto il punto di vista che ci è più familiare: lo troviamo nella maggior parte dei romanzi di ogni genere.

8. La prima persona
Se sei uno scrittore alle prime armi è probabile che tu abbia cominciato a scrivere i primi racconti utilizzando proprio la prima persona: questo è un gesto naturale, piacevole, probabilmente quasi terapeutico.

9. Il narratore inaffidabile
Il narratore può decidere il bello e il cattivo tempo, stabilendo quali fatti raccontarci e quali no, quando raccontarceli e quando non farlo. Insomma, siamo costretti a credergli perché è lui che comanda e, nella maggior parte dei casi, facciamo bene. Ma a volte no.

10. Il punto di vista multiplo
Potremmo facilmente cadere nella tentazione di aderire al detto “Più siamo, meglio è!” che sì, può andare bene per le scampagnate, ma quando si parla di punti di vista, inserirne tanti all’interno di un solo romanzo diventa una sfida davvero spigolosa.

Commenta per primo!

Non ci sono ancora commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perdere
un aggiornamento!

Iscriviti alla nostra mailing list
per rimanere sempre aggiornato.